Archivi della categoria: Chiamadomenica

“Accresci in noi la fede” – XXVII domenica del Tempo Ordinario – Anno C

La Voce oggi In che momento della vita bisogna mettersi ad ascoltare la voce di Dio? Il salmo ce lo ha detto più volte: «Ascoltate “oggi” la voce del Signore». Ecco una dimensione essenziale della vocazione: a chi si mette in ascolto, la voce di Dio parla ogni giorno. «Oggi»! Dio chiama ogni giorno e da quella voce quotidiana pian piano prende forma un progetto … Continua a leggere »

“Ora lui è consolato” – XXVI del tempo ordinario – anno C

L’indifferenza Fa specie l’indifferenza degli spensierati di Samaria rispetto alla “rovina di Giuseppe” (Am 6,6) e ancor più quella del ricco della parabola del Vangelo nei confronti del povero Lazzaro (Lc 16,20-21): com’è possibile che uno non s’accorga di chi soffre o non sia sensibile verso le necessità degli altri? Non è da meno, tuttavia, l’indifferenza del nostro tempo verso il popolo ucraino o i … Continua a leggere »

«Non potete servire Dio e la ricchezza» – XXV del tempo ordinario – anno C

Cielo e terra in dialogo Il salmo 112 offre la chiave di lettura di un Dio “che siede nell’alto e si china a guardare sui cieli e sulla terra”: Dio non vive una trascendenza che lo rende insensibile all’opera della sua creazione e all’uomo, non c’è distacco né disinteresse, piuttosto dimostra di prendersi cura del debole e di rialzare chi è caduto. Cielo e terra … Continua a leggere »

«Costui accoglie i peccatori e mangia con loro» – XXIV del tempo ordinario – anno C

La sorpresa dell’eccesso La sorpresa e lo stupore costituiscono due chiavi di lettura centrali dei testi biblici proposti nella liturgia di questa domenica. È motivo di sorpresa per Mosè stare alla presenza di Dio con una mentalità diversa dalla logica mondana: questa predilige forme di giustizialismo e di merito, mentre il Signore abbraccia lo stile dell’eccesso, che sconfigge il potere del male, del tradimento e … Continua a leggere »